Ortofenilfenolo * E231 è un disinfettante fenolico che ha proprietà antimicrobiche simili al paraclorometaxilenolo. Si usa per la disinfezione della cute e di oggetti. In ogni caso, ha le stesse caratteristiche dell’ortofenilfenato di sodio E232.

L’ortofenilfenolo è usato per la conservazione dei prodotti. Gli alimenti che contengono questo additivo, sono:

  • la buccia degli agrumi è usato per prolungare la vita dei limoni, le arance e di altri alimenti. Non sempre le informazioni sono indicate sulle etichette dei prodotti.

  • le mele – le prugne – le ciliegie – l’ananas – le pere.

L’ortofenilfenolo è un conservante e antifungino

Altre indicazioni simili sono per il sodio ofenilfenolo. L’additivo è in grado di causare degli effetti tossici molto simili a quelli di intossicazione da fenolo.

Nell’industria è usato in qualità di conservante come un ingrediente per il gel di lubrificanti, per il trattamento contro le muffe, le putrefazioni e fungicida in agricoltura.

Si usa per trattare la superficie di involucri per l’imballaggio di frutta e di agrumi non biologici. Per essere etichettati con la dicitura per il trasporto.

Ortofenilfenolo

Riconoscere un alimento dall’aspetto estetico?

Fare la spese nel supermercato per acquistare della frutta. Ricordarsi, diamo sempre un’occhiata per controllare l’aspetto di un frutto, come ad esempio l’arancia o la fragola. Se la frutta non è lucida come pensiamo che fosse. Questo è un buon punto di partenza!

Accade spesso che i prodotti freschi usati per allestire gli scaffali sono pronti per la vendita al pubblico. Significa che nella grande distribuzione alimentare, non sempre i prodotti sono uguali tra loro e magari possono sembrare leggermente imperfetti.

Fare una distinzione sul tipo di qualità di frutta. C’è una buona probabilità! Ma non è per nulla facile dare per scontato. In che modo capire esattamente, se un frutto è naturale al 100%, dipende da molti fattori. Ad esempio, gli agrumi devono avere le foglie verdi attaccate al resto del frutto.

Per poter fare una distinzione con altri prodotti, anche se si tratta di un’impresa non sempre facile, ma non impossibile. Diventa piuttosto difficile capire le caratteristiche di ogni prodotto, per comprendere se è o non è stato trattato con sostanze chimiche.

Si consiglia di controllare l’etichetta del prodotto. Per avere la consapevolezza di limitare l’assunzione in modo tale da ridurre i rischi per la nostra salute.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.