Formaldeide * E240 è un composto organico che appartiene alla famiglia delle aldeidi. L’additivo ricavato sinteticamente con la reazione causata dall’ossidazione del metanolo (alcol metilico).

  • un solo aldeide è un gruppo carbonilico legato per almeno un atomo di idrogeno.

A temperatura ambiente ha una forma gassosa che è liquida una volta a contatto con le soluzioni acquose e incolore. Nonostante ciò, è in grado di determinare l’odore caratteristico di questa sostanza.

La formaldeide è un conservante battericida

La formaldeide se immerso in una soluzione acquosa, reagisce facilmente a contatto con l’ossigeno dell’aria e può ossidarsi con l’acido formico.

Una normativa ne ha autorizzato il trattamento per il latte destinato alla produzione di grana padano fino al 1991. Dopo di che è stato vietato l’uso in Europa e poi sostituito con Lisozima * E1105.

Formaldeide
  • l’enzima è composto da una sostanza proteica usata per accelerare la fermentazione chimica.

In qualità di antifermentativo è usato per impedire la proliferazione di quei batteri che sono responsabili delle fermentazioni butirriche e del gonfiore tardivo del formaggio.

  • è un potente battericida usato per contrastare la formazione di funghi negli alimenti. Dal punto di vista igienico, è un ottimo disinfettante per uso domestico.

La formaldeide è usato per la conservazione dei prodotti. Gli alimenti che contengono questo additivo, sono:

  • un gas irritante che è impiegato per la lavorazione di stoffe – la carta – il legno – i coloranti;

  • le resine sintetiche – le vernici – le colle – gli adesivi – i solventi – il compensato;

  • i pesticidi – i deodoranti – i detergenti – i cosmetici – i disinfettanti;

  • nei tessuti per l’abbigliamento – le tende;

  • nei vaccini destinati alla vendita nelle farmacie.

Recenti studi scientifici in laboratori di ricerca, hanno dimostrato che la formaldeide è in grado di provocare la stanchezza, l’insonnia, il mal di testa, l’asma, l’allergia, la tosse e l’irritazione alla pelle.

Si consiglia sempre di controllare l’etichetta del prodotto. Per essere consapevoli di avere la certezza di limitare l’assunzione. Questo è un bene anche per ridurre i rischi per la nostra salute.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.