Nitrito di sodio * E250 è il sale di sodio dell’acido nitroso. Si tratta di un additivo ricavato sinteticamente. A temperatura ambiente è una polvere bianca di colore giallo e inodore.

A contatto con un liquido è solubile in acqua e igroscopico. L’additivo presenta le stesse caratteristiche del nitrito di potassio E249.

  • è in grado di ritardare in modo efficace lo sviluppo dell’irrancidimento ossidativo.

Il nitrito di sodio è usato per la conservazione dei prodotti. Gli alimenti che contengono questo additivo, sono:

  • gli insaccati – i prosciutti – i wurstel – i pesci in scatola;

Nitrito di Sodio
  • le carni in scatola – altri prodotti a base di carne;

  • i prodotti caseari per la produzione di formaggi.

Il nitrito di sodio è un rischio per la salute

La fase di ossidazione lipidica è l’origine di una reazione tra ossigeno e lipidi. L’ossidazione è uno dei fattori che causano il deterioramento della qualità di prodotti. Ad esempio, la carne è in grado di perdere i sapori e quindi è poco appetibile.

  • l’antiossidante è simile a quello che è il principale responsabile della colorazione di un alimento.

L’additivo usato negli alimenti è serve a prevenire il botulismo: è una malattia causata da un’intossicazione alimentare, che provoca l’ingestione di alimenti nei quali è presente la tossina di un batterio Clostridium botulinum.

Si consiglia di controllare l’etichetta del prodotto. Per avere la consapevolezza di limitare l’assunzione in modo tale da ridurre i rischi per la nostra salute.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.