Vaniglia (Vanilla planifolia) è una pianta nota anche come orchidea tropicale, che cresce nell’America centro meridionale, originaria delle foreste tropicali della costa orientale del Messico. La sua coltivazione è molto diffusa nelle isole dell’Oceano Indiano e in Oceania.

Il termine vaniglia nasce da una parola di lingua spagnola “vaina” che a sua volta dal latino è “vagina”, per significare la guaina o il baccello.

I frutti sono chiamati baccelli lunghi circa 15 cm producono una spezia dal sapore di vaniglia.

Pianta di Vaniglia
  • raggiunta la piena maturazione del frutto  è raccolto e immerso in acqua calda, per interrompere lo stato vegetativo.

Proprietà organolettiche

I baccelli freschi sono inodore e hanno un diametro da 7 mm a 10 mm. A loro interno hanno migliaia di semi minuscoli per liberare un’esplosione dei frutti maturi. La raccolta è fatta quando i frutti sono ancora verdi.

La vaniglia cresce in un clima caldo e umido, ha bisogno di un supporto di ancoraggio e un pò di ombra.

Nel periodo di coltivazione è consentito il passaggio dalla tecnica più estensiva e quella più intensiva:

  • nel sottobosco si usano dei supporti per i tronchi di alberi.

  • le colture intercalari prevedono l’impiego di un insieme di canne da zucchero.

  • è prevista la produzione in serra.

Baccelli Vaniglia

Oggi, il successo ricevuto dall’Isola di Bourbon che ne conserva il suo monopolio per la produzione. È considerato il primo esportatore mondiale di vaniglia a livello mondiale.

La storia racconta il passato, un susseguirsi di vicende che coinvolgono vaniglia, per il suo aroma raffinato e intenso. È stato anche l’inizio di una conseguenza di una vera e propria infatuazione in Europa.

La spezia è sempre più apprezzata nella corte di Francia, che Madame Montespan l’usò per profumare il bagno. 

La vaniglia è il racconto di una storia infinita

La colonizzazione permise al re Luigi XIV, introdusse le coltivazioni sull’isola della Riunione soprannominò Bourbon, situata a est dell’isola del Madagascar. Il re diffuse la coltura in questa area geografica, perché il suo clima era umido e favorevole, per ottenere a tutti costi una qualità molto pregiata di piantagioni.

  • per conservarne l’integrità della vaniglia. I baccelli o le stecche diventano morbidi, dopo qualche mese di riposo sviluppano l’aroma dal sapore inconfondibile di vaniglia.

  • una volta raggiunto il loro grado di maturazione, si conservano chiuse in un contenitore ermetico. Ciò eviterà che si secchino e per non disperdere il loro aroma e il profumo dolce.

In pasticceria, la qualità del suo aroma trae beneficio con la capacità di esaltare tutti gli altri ingredienti. La vaniglia è usata per la preparazione di biscotti, la pasta frolla, le torte, le creme, i cioccolatini e i gelati nei suoi vari gusti.

In commercio si trova nelle sue diverse forme liquida, essiccata e in polvere.

I suoi pregi, nelle ricette è sempre meglio non eccedere con il suo impiego. Fare un uso eccessivo può dare origine a un sapore troppo amaro del dolce. Quindi poco piacevole al gusto dei consumatori.

Nell’industria è introdotto un processo di ossidazione controllata con il nome di lignina. Si tratta di una sostanza prodotta dalla lavorazione del legno, per la fabbricazione della carta.

Durante le attività di lavorazione, otteniamo una vanillina sintetica prodotta in una polvere cristallina. Il suo aroma è simile a quello della vaniglia pura..

Vaniglia

Nel corso degli anni, è stata introdotto questo genere di vaniglia sintetica è più concentrata. Mentre il suo prezzo di vendita è molto inferiore a quella prodotta dalle piante.

Le sue proprietà afrodisiache e antiossidanti

La vaniglia può avere proprietà calmante e antistress in grado di combattere le infezioni. La vanillina, è una sostanza che conferisce alla vaniglia il suo inconfondibile aroma dolce. Il polifenolo è un elemento che conserva proprietà antiossidanti, in grado di contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi sull’organismo. Alla vaniglia gli vengono attribuite anche virtù afrodisiache.

La resina di “benzoino” è una specie di pianta arboree e arbustive di alcune conifere. Si estrae l’olio ricavato dai semi di chiodi di garofano e dai semi di vaniglia. In pasticceria, la vanillina naturale è impiegata per aromatizzare le salse, le creme e i dolci.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.