Tè (Camellia sinensis) la pianta sviluppa dei germogli usati per produrre una bevanda di tè, che appartiene alla famiglia Theaceae, originaria della Cina e del Giappone. La sua coltivazione è largamente diffusa in India e nel Sud Est dell’Asia Orientale.

Nella coltivazione delle piantagioni si producono una varietà di tè: il fior di tè o il bianco, il rosso, il nero e il verde.

Le foglie del tè verde hanno una quantità notevole di principi attivi essenziali per il benessere della nostra salute.

  • la forte concentrazione di questi componenti è influenzata da alcuni fattori: in molti casi dipende dalla varietà di pianta;

  • il terreno di coltivazione e le condizioni di esposizione di luce solare;

  • il metodo di lavorazione delle foglie in fase di essiccazione e di conservazione.

Preparare un’infusione a base di tè, aggiungere le foglie per qualche istante in acqua calda, per dare il gusto e il profumo alla bevanda.

Dalla pianta si ricava anche il tè bianco, è il più pregiato di tutti gli altri tè. Si tratta di un tè che è molto costoso e più difficile da reperire. Si ottiene dalle piccole foglie appena spuntate della pianta, con una primizia.

La gemma apicale subisce solo due operazioni: è l’appassimento per essicazione immediato a contatto con l’aria aperta. Dopo il raccolto, si scelgono soltanto le primissime foglie e le più giovani gemme, ricoperte da una delicata peluria.

La storia racconta che questa bevanda, veniva estratta da alcune piante coltivate nei giardini segreti dell’imperatore giapponese.

Il tè nero è la tipica bevanda inglese. Rinomata come un prodotto per l’ossidazione e la fermentazione delle foglie e la torrefazione, rende questo prodotto di colore nero.

Tè nero

Il tè è un prodotto ricco di principi attivi

L’aroma presenta un gusto piuttosto amaro. Questo gusto è dato dalla presenza delle catechine: sono composti fitochimici situati all’interno delle foglie della pianta di tè.

Nell’industria a causa delle attività di lavorazione la concentrazione dei principi è notevolmente ridotto. Il tè è aromatizzato con la fermentazione, un processo richiesto per la produzione di tè nero, il rosso e l’oolong, sono molto diffusi in Cina e in Taiwan.

  • il merito è dato dalla parziale ossidazione e per la polimerizzazione delle “catechine” contenute nelle foglie della pianta.

Infusione Tè verde

Il tè verde non è lavorato ad alcuna fermentazione. Le foglie sono scaldate rapidamente per consentire di bloccare l’attività enzimatica, per prevenire anche i processi ossidativi.

  • i suoi benefici sono la qualità dei suoi principi attivi che migliorano la salute dell’uomo.

In pasticceria, non è solo una bevanda. Il suo impiego è preparare i ripieni per cioccolatini aggiungendo la polvere di tè matcha, anche le torte e le caramelle.

Cos’è importante sapere della pianta di tè? Fare un breve paragone con le altre piante, perchè sono ricche di principi attivi.

Una componente dei principi, sono buoni e altri no lo sono e altri ancora, sono in contrasto con la nostra salute.

Si tratta della funzione biologica delle catechine della pianta di tè. Non è chiaro. Resta un mistero, quello che non si spiega, è una forte concentrazione di molecole contenute nelle foglie.

Un rimedio naturale contro il cancro

Le foglie che crescono all’ombra consente loro di avere meno catechine. Per questo motivo, sono in grado di proteggere le foglie dall’eccessiva esposizione alla luce solare.

Anche se siamo consapevoli che la bevanda ha un sapore piuttosto amaro. Il tè verde dimostra di avere delle proprietà antimicrobiche e antiossidanti. Le catechine infatti proteggono le foglie dall’attacco di insetti, infezioni e danni ambientali.

Recenti studi attribuiscono che il tè verde possa avere effetti antistress e antinfiammatori. Il consumo eccessivo di tè, è bene tenere presente che il tè contiene caffeina.

Il tè avrebbe effetti neuro protettivi e potrebbe giocare un ruolo di una certa importanza nella prevenzione e nel trattamento delle malattie neurodegenerative.

  • sono stati numerosi i modelli sperimentali dei polifenoli presenti nel tè verde. Regola il fattore di rischio delle patologie più comuni come il cancro, le malattie cardiovascolari, l’obesità e il diabete.

  • bere dopo i pasti, il tè conserva le sue proprietà di anti invecchiamento e antitumorali, protegge le cellule buone dalle mutazioni e inibisce la crescita di quelle cancerose.

L’azione farmacologica delle molecole aiutano a prevenire gli effetti tumorali. La sua concentrazione è prevista anche per i tumori del tratto gastrointestinale, nel seno e nei polmoni. Gli effetti biologici influiscono sulle attività di modulazione di enzimi e altri componenti cellulari.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.