L’olio di colza è estratto dai semi della Brassica napus. La pianta produce dei fiori gialli. Una volta terminata la spremitura, l’olio assume questo colore giallo brillante. I suoi semi crescono sulla pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicaceae.

Oggi è stato scoperto per le sue proprietà alimentari, è presente un’elevata quantità per il 45% di grassi monoinsaturi a base di acido erucico.

  • l’acido è impiegato nell’industria chimica come elemento per la produzione di bio-carburanti.

L’olio di colza non è rischioso per la salute

La sua concentrazione di grassi insolubile in acqua, è solubile con il metanolo e l’etanolo. Non è adatto al consumo alimentare, in quanto è tossico e per tanto è pericoloso per la nostra salute.

In commercio, si trova miscelato con altri oli. I suoi valori non devono contenere una quantità di acido erucico superiore al 5%.

L’olio di colza è usato in prodotti alimentari per la produzione di biscotti, le creme, le torte, la margarina, i grissini, le brioche e in alcuni piatti già pronti o i surgelati.

Brassicaceae Olio di Colza

L’olio è un prodotto ricco di omega 3 e omega 6, per le sue caratteristiche contiene anche l’acido oleico, l’acido linoleico, l’acido linolenico, l’acido palmitico e l’acido stearico.

L’acido oleico è un acido grasso monoinsaturo, all’interno della sua struttura chimica è presente un unico doppio legame di carbonio. Si tratta di un composto in acidi grassi a base di omega 9.

Dal punto di vista alimentare, l’acido oleico è presente in buona quantità nell’olio di colza, è una fonte alimentare molto ricca. Grazie ai suoi effetti benefici a carico del sistema cardiovascolare.

Gli effetti antiossidanti sono in grado di abbassare i livelli il colesterolo presente nel sangue e di mantenere la pressione arteriosa nei valori normali.

Per il consumo alimentare è associato a una diminuzione delle malattie cardiovascolari. Il merito è stato attribuito per la sua minore quantità di acidi grassi polinsaturi.