L’olio di arachide è una pianta che appartiene alla famiglia delle leguminose, originaria del Sudamerica. L’olio vegetale si estrae dalla spremitura a pressione o in alternativa, per mezzo di solventi e la raffinazione dei semi della pianta di Arachis hypogaea una nocciolina americana.

I principi nutritivi dell’olio di arachide

L’olio è ricco di vitamina E, è considerato un ottimo antiossidante naturale per la sua alta percentuale 40% di grassi.

Nei trattamenti è usato per contrastare la formazione di pelle secca e forfora. Non solo, apporta notevoli benefici per regolare i livelli di colesterolo nel sangue.

L’olio di arachide è impiegato per realizzare la margarina, anche se ha un buon sapore, è ricco di grassi insaturi.

Olio di Arachide

In cucina, è impiegato per le sue proprietà nella frittura e nella preparazione di dolci per sostituire il burro.

  • il suo valore energetico è di 900 calorie per ogni 100 grammi.

L’olio di arachide ha una sua composizione a base di acidi, che è suddivisa per quantità di acido oleico per il 55%, l’acido linoleico per il 25% e il 30% e l’acido palmitico per l’8%.

Nell’industria alimentare è usato in qualità di ingrediente nella pasticceria, per i prodotti da forno e per la preparazione di altri lavorati come la maionese e la margarina.

Per le sue caratteristiche, l’olio di arachide è ritenuto più preferibile rispetto ai grassi di origine animale. Ad esempio, il burro di arachidi è una deliziosa crema spalmabile che contiene dei valori superiori di grassi saturi. Un consumo eccessivo può determinare una maggiore concentrazione di colesterolo nel sangue.

In caso di allergia, non deve assolutamente essere consumato. Le cause che possono scatenare delle reazioni allergiche, sono in quei soggetti affetti da allergia, per consumo di soia o di eventuali altri legumi.