Curry è una pianta che cresce nella zona tropicale e sub tropicale, che appartiene alla famiglia Rutaceae, originaria dell’India. La spezia ha un sapore gradevole e di colore giallo. La coltivazione è ampiamente diffusa nell’Asia meridionale.

Oggi l’India è il maggior produttore di questa spezia. Anche se è coltivato in altri paesi come l’Indonesia, l’America del Sud, la Cina e il Bangladesh.

Il curry è una miscela di spezie pestate con l’uso di un mortaio, che consente di realizzare una polvere di colore giallo intenso e profumata. Dal suo paese di origine, è nato il termine indiano di masala che significa la spezia calda o piccante.

  • è composta da una varietà di spezie in polvere come il pepe, lo zenzero, il peperoncino, il coriandolo, il cumino, la noce moscata e il fieno greco. Alla miscela si aggiungono altri aromi a seconda del gusto personale.

La pianta erbacea cresce molto bene nelle zone tropicali. Però, ha bisogno di ambienti ricchi di acqua e di terreni molto fertili e umidi. Il rizoma è grosso di forma ovoidale e composto di tubercoli spessi e cilindrici di colore giallo.

La curcuma si esporta per intera, dopo la sua essiccazione gli consente di perdere circa il 75% del proprio peso. In commercio, si trova in polvere e anche fresca.

Curcuma - Curry

Il curry è un eccellente purificante per il fegato

Il curry è usato in qualità aromatizzante per le carni, le verdure, il pesce, le minestre e le zuppe di origine esotiche. Si tratta di un surrogato dello zafferano impiegato per la preparazione di biryani e i risotti pulao sono dei piatti tipici della cucina indiana.

Recenti studi di una ricerca medica, hanno dimostrato che la curcumina è un pigmento vegetale di colore giallo. Risulta molto efficace per le sue proprietà antinfiammatorie, perché è in grado di interagire come antitumorale e antiossidante.

Per purificare il fegato dalle tossine, aggiungere 15 gocce concentrate di tintura madre. Non è altro che l’olio della radice di curcuma da diluire in acqua. Bere dopo i pasti anche 3 volte al giorno.

Oltre a favorire la fase digestiva, ha anche delle ottime proprietà curative che aiutano ad alleviare i fastidiosi pruriti cutanei e contusioni.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.