Cumino (Cuminum Cyminum) è noto anche con il nome di cumino romano. È una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, originaria della Siria lungo la valle del Nilo.

La sua coltivazione si è estesa in molti paesi dell’Africa settentrionale e dell’Asia minore, anche nei paesi dell’Iran, l’India, l’Indonesia e in Cina.

La pianta è ben avviata in Europa centrale. Per la sua varietà di spezia la migliore cresce in Svizzera.

Il cumino è una pianta annuale molto gracile e glabra, cresce su un terreno ben drenato, asciutto e in una posizione luminosa.

La sua forma è composta da una radice grossa e carnosa. Il fusto è sottile e ramificato alto 20 – 30 cm nella parte inferiore tende ad allargarsi.

Le foglie lunghe 5 – 10 cm di colore verde, disposte a pettine sono fragranti e molto simili a fibre. Queste sviluppano dei fiorellini di colore bianco e di tonalità rosa, che compaiono in tarda primavera o inizio estate.

Il frutto è un achenio laterale fusiforme lungo 4 – 5 mm al suo interno contiene un singolo seme.

I semi sono di un aspetto simile al finocchio e all’anice ma più piccoli e di colore scuro. La pianta intera è usata solo dopo che il frutto è maturato e poi è essiccato al sole.

I suoi semi erano diffusi sin dall’antichità come in Europa, che ne faceva grande uso nel Medioevo, per macinarli semplicemente come il pepe. Soltanto più tardi furono scoperti le sue proprietà terapeutiche.

Cuminum Cyminum Cumino

Nell’industria alimentare i semi si usano per interi o polverizzati e tostati prima della macinazione. Il cumino è un ottimo aromatizzante per la preparazione di alcuni tipi di pane, i dolci, i liquori, le salse, le conserve, i formaggi, per i ripieni, le verdure insalate, i piatti di carne e gli stufati.

Le proprietà antinfiammatorie del cumino

  • la spezia serve per curare alcune patologie infiammatorie. Ha proprietà digestive e svolge un’azione stimolante e diuretica, può alleviare i problemi di diarrea, la dispepsia è la difficoltà di digestione.

Semi di Cumino

Il cumino è un prodotto prezioso, è un carminativo e facilita l’eliminazione dei gas presenti nell’intestino, è in grado di alleviare i dolori intestinali. Per queste sue proprietà è stato inserito nella dieta per tutti coloro che soffrono di problemi di flatulenza.

Preparare una tisana per infusione di 5 – 8 grammi di semi, versarli in una tazza di acqua calda per circa 10 minuti e prima di servire filtrare. Bere dopo i pasti,  anche più volte al giorno per alleviare i problemi digestivi.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.