L’aroma degli aromatizzanti è visto come la percezione sensoriale di un alimento o di un prodotto naturale. Non è insolito accompagnare gli ingredienti a base di sostanze aromatizzanti dall’odore gradevole.

  • la percezione gustativa è usata per esaltare le qualità di un prodotto.

Dinanzi a una vetrina di un negozio di pasticceria, la reazione dei nostri sensi è accompagnata dalla vista e l’olfatto. Le parole che aiutano meglio a focalizzare il significato delle informazioni.

  • vista: è uno dei sensi che soddisfa con una più oculata osservazione. Per il solo piacere di pregustare alla vista un prodotto composto di guarnizioni artistiche, devono essere ben visibili sul dolce.

Aromatizzanti
  • olfatto: è dato dal profumo intenso che si diffonde all’interno di un forno o di una pasticceria.

    La curiosità di un cliente è mangiare una torta appena sfornata deliziosa. Rappresenta l’inizio di una percezione di sensi, che può suscitare interesse per chi ha il piacere di mangiare un dolce. Si ha un senso di piacere che preannuncia il desiderio di gustare un prodotto fresco e genuino.

Fare un uso sapiente delle diverse sostanze aromatizzanti. Si tratta di un ingrediente che è in grado di influenzare le scelte di ogni consumatore. Stimolare l’appetito e non è l’unico desiderio per i più golosi!

  •  nella ricetta è opportuno dosare le sostanze aromatiche, in modo tale che gli aromatizzanti, non coprano troppo il sapore degli altri ingredienti.

Gli ingredienti dovranno ben armonizzarsi per poi sprigionare le qualità di ogni singolo ingrediente presente nel dolce.

Nell’industria fa uso costante di aromatizzanti sintetizzati chimicamente per imitare quelli di origine biologica.

Aromatizzanti - Fiore di Vaniglia

Dal punto di vista alimentare, gli aromatizzanti chimici non si possono considerare degli alimenti. Anche se in misura diversa. I medicinali vengono usati come forme diuretiche, stimolanti e digestive, che non si trovano nei preparati chimici.

Oggi la scelta è piuttosto ampia malgrado una varietà di aromatizzanti disponibili sul mercato. Dipende dal tipo di dolce o impasto che si desidera realizzare.

Proprietà principali degli aromatizzanti

In altre condizioni, gli aromatizzanti si impiegano in base alla loro origine e forma. Se sono piuttosto freschi o secchi, a pezzi o in grani, o se ridotti in polvere o trasformati in olio essenziale.

Durante la fase di lavorazione, gli aromatizzanti subiscono delle alterazioni del sapore e dell’aroma, gli effetti possono essere piuttosto sgradevoli.

Si consiglia sempre di conservare gli aromi in contenitori o barattoli chiusi e in un ambiente fresco.

  • è fondamentale dare una certa importanza agli aromatizzanti per il loro grado di “eccellenza”. Il nostro interesse maggiore è rivolto soprattutto ai prodotti biologici.

L’industria ha semplificato la produzione che ha determinato una disponibilità sul mercato sempre più crescente di aromatizzanti, che sono in grado di migliorare la qualità e il sapore dei prodotti.

In pasticceria, si impiegano gli aromi vegetali per la preparazione dolciaria. Le forme possono variare, come a foglie, i baccelli, i semi e le radici di varietà di piante.

L’EFSA valuta i rischi degli aromatizzanti

Nel luglio 2008 EFSAEuropean Food Safety Autority, formato da un gruppo di esperti scientifici, è stato condiviso il rischio delle sostanze aromatizzanti per i materiali a contatto con gli alimenti, gli enzimi, gli aromatizzanti e i coadiuvanti tecnologici (gruppo CEF).

In precedenza tali compiti erano svolti dal disciolto gruppo di esperti sugli additivi alimentari, gli aromatizzanti, i coadiuvanti tecnologici e i materiali a contatto con gli alimenti (gruppo AFC).

I lavori svolti dall’EFSA in materia di aromatizzanti di affumicatura, disciplinati in maniera distinta da altri aromi, sono illustrati in un tema a parte.

L’EFSA adotta periodicamente pareri su ciascun gruppo chimico, per prendere nota con le valutazioni di gruppi di aromatizzanti.

Per effettuare una valutazione in merito alla sicurezza. Gli esperti hanno esaminato i livelli di assunzione, l’assorbimento, il metabolismo e la tossicità delle singole sostanze.

Nel caso in cui ci sono riscontri e le lacune nei dati, come (ad esempio, in merito alla tossicità o l’esposizione) trasmette una richiesta di dati supplementari al richiedente e alla Commissione europea.

Nel corso del suo lavoro l’EFSA ha chiesto ai produttori di fornire ulteriori dati per oltre 400 sostanze. Autorità Europea ha valutato nuovamente tali sostanze una volta ricevuti i dati richiesti. Per poter includere le sostanze nell’elenco dell’UE con una valutazione completa è indispensabile.

La Commissione europea ha un registro degli aromatizzanti presenti sul mercato dell’UE. Comunicati dagli Stati membri dell’Unione Europea, che può eliminare sostanze nel corso del programma di valutazione. Qual ora l’EFSA ne riscontri problemi dal punto di vista della sicurezza alimentare.

Le sostanze aromatizzanti valutate dall’EFSA sono già state esaminate da altri organismi preposti alla valutazione dei rischi, come il Comitato congiunto di esperti della FAO e dell’OMS sugli additivi alimentari (JECFA).

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.